Sistema di gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001

ISO 9000 identifica una serie di norme e linee guida sviluppate dall’ISO, che propongono un sistema di gestione pensato affinché i processi aziendali siano indirizzati al miglioramento dell’efficienza dell’organizzazione, oltre che alla soddisfazione del cliente.

L’applicabilità della ISO 9001 prescinde dalla dimensione o dal settore di attività dell’organizzazione; la norma definisce infatti principi gestionali generali cui il soggetto deve uniformarsi, ma non le soluzioni operative. La certificazione Qualità, rilasciata da un Ente accreditato, attesta la conformità del sistema di gestione aziendale ai requisiti della norma ISO 9001; tale standard introduce nuove metodologie gestionali in virtù della raggiunta consapevolezza che la qualità si genera principalmente nei processi, per cui si passa dal solo controllo dei prodotti o dei servizi a quello dei processi produttivi che li generano, estendendo la valutazione a tutto il sistema aziendale che realizza, fornisce ed assiste i prodotti o i servizi.

Obiettivo principale di un sistema di gestione per la qualità è quello di realizzare un’organizzazione affidabile, in grado cioè di assicurare il livello qualitativo promesso al cliente nel contratto di vendita, nonché quello di migliorare continuamente i propri risultati.


Alcuni dei benefici:

  • Offrire all’imprenditore la certezza del perseguimento di obiettivi legati all’efficienza ed all’efficacia dei processi della sua struttura organizzativa
  • Migliorare l’immagine, la visibilità e la relativa quota di mercato
  • Consentire al Cliente di scegliere in base a parametri oggettivi e di orientarsi nelle scelte d’acquisto offrendo maggiore garanzia e dimostrando trasparenza nel proprio Sistema gestionale
  • Adeguare il processo produttivo ai requisiti che le Direttive U.E. (es. marcatura CE) impongono per l’immissione dei prodotti nei mercati e nelle aree comunitarie
  • Consentire l’accesso agli appalti nei quali è richiesta la certificazione del sistema qualità come requisito di partecipazione e per ridurre le garanzie fidejussorie
  • Consentire l’accesso alle liste dei fornitori qualificati di importanti committenti, pubblici e privati